Perdita dei capelli: Ormoni

 

La causa principale alla base della perdita dei capelli è genetica. Ma un soggetto geneticamente predisposto alla calvizie androgenetica non perderà i capelli se non entra in azione l’ormone DHT. Questo androgeno potrebbe essere definito come il disattivatore follicolare.

Tutti gli essere umani hanno presente nel corpo un ormone chiamato testosterone. Questo ormone androgeno ovviamente è presente in maggiore concentrazione negli uomini ma nella giusta proporzione è necessario anche nelle donne.

Il testosterone produce un derivato chiamato diidrotestosterone DHT che nei soggetti geneticamente resistenti non causa la perdita dei capelli ma in quelli geneticamente predisposti provoca l’ inattivazione dei follicoli inducendo il soggetto all’alopecia.

Il meccanismo della perdita dei capelli è quindi genetico ormonale, legato alla quantità di DHT in circolazione e alla predisposizione genetica dei follicoli ad essere disattivati dall’ ormone. Se la quantità di DHT circolante è bassa anche i soggetti predisposti geneticamente non soffriranno di calvizie ma se è troppo bassa vuol dire che sono presenti bassi livelli d’ androgeni, fattore sessuale caratterizzante nell’ uomo.

Questi sono alcuni consigli utili per mantenere un corretto equilibrio ormonale:

  1. Mantenere un regime alimentare equilibrato.
  2. Evitare di essere in sovrappeso e limitare gli alimenti ad alto contenuto glicemico.
  3. Ridurre i grassi saturi (carne rossa, insaccati, formaggi).
  4. Consumare frutta e verdura di stagione.
  5. Preferire proteine di carne bianca (pollo, tacchino ecc.) e consumare pesce grasso.
  6. Ridurre fume e alcol.
  7. Ssoia, tè verde sono salutari per i capelli.

Vuoi sapere di più sulla perdita dei capelli ed in particolare sugli ormoni? Richiedi una consulenza tricologica online che ti aiuterà a determinare la tua specifica problematica ed individuare la migliore soluzione possibile. La calvizie va contrastata iniziando dalla corretta informazione.